France Odeon. IX edizione del Festival del Cinema Francese a Firenze

A’ vous la France! Dal 19 al 22 ottobre a Firenze la rassegna di film francesi.

 

La 9° edizione di France Odeon si tiene dal 19 ottobre al 22 ottobre ed è uno dei maggiori appuntamenti della stagione autunnale in Firenze. E’ un filo rosso che lega la Francia alla nostra città, attraverso la visione e la documentazione dei nuovi film francesi. La rassegna prevede la proiezione di

 

12 film di vario genere durante i quattro giorni del festival, nato nel 2008 ha da subito catalizzato l’interesse di tutti gli appassionati di filmografia. Di anno in anno si sono succeduti eventi importanti e anche quest’anno avremo significative presenze e rappresentazioni.

 

La prima giornata, 19 ottobre, si apre con il premio ai giovani artisti che meglio rappresentano i legame tra cinema italiano e cinema francese. Quest’anno il premio viene assegnato a Sveva Altoviti e Louis Garrel, che interpreta il famoso regista Jean-Luc Godard nel film La redoutable di Michel Hazanavicius. Il film si svolge durante l’anno il 1968 che segnò uno spartiacque tra proteste e movimento studentesco tra suggestioni che provenivano dalla Cina di Mao ed centrato anche sulla storia d’amore tra il regista e Anne Wiazemski, un rapporto critico e problematico durante il festival di Cannes del 1968, E’ con questo biopic che s’intende celebrare il mitico regista che fu tra i massimi protagonista della nouvelle vague. Film come A bout de souffle, che segnò un nuovo modo di rappresentare i personaggi con intensi stacchi del primo piano subito sostituiti da altre prospettive del volto, portò una inquietudine esistenziale sullo schermo che ben coglieva l’ ésprit du temps. Godard che viene ricordato anche per la mise en scene de Le mépris (Il disprezzo) con Brigitte Bardot e Michel Piccoli. Godard è stato senza dubbio uno dei protagonisti del ’68, con i lungometraggi sul maoismo e sulla guerra in Vietnam. Un’occasione da non perdere per vedere in una prospettiva particolare come il regista Godard cercasse di coniugare vita amorosa con le sue aspirazioni sociopolitiche che espresse nel film La cinese.

 

Altri film in programmazione sono dedicati allo struggente rapporto con le proprie radici, i luoghi dell’infanzia come in Ce qui que nous lie in italiano Ritorno in Borgogna, e altri come La melodie alle prese con le problematiche di disagio nella banlieu parigina.

 

Altro argomento è quello delle nuove forme parentali, come in Diane a les épaules, che tratta la vicenda di una ragazza che per profonda amicizia di due suoi amici, compagni nella vita, accetta di divenire una madre surrogata, dando poi origine a crisi e risentimenti che inevitabilmente questa scelta porterà in tutti i protagosnisti. Argomento molto dibattutto in Francia, molto meno in Italia, il film affronta un problema molto attuale.

 

Dedicato ad una protagonista indimenticabile negli anni 60 è il biopic Barbara.

 

Dedicato alla chanteuse Barbara, che riscosse in Francia enorme successo sulla scia delle canzoni di George Brassens. Anche in questo si trova quell’attenzione tutta francese a non scadere nello stereotipo del film biografico, centrando tutta la scrittura filmica sul rapporto identitario che si crea tra attrice che deve interpretare Barbara e il suo ruolo, tra attrice e personaggio. Il film è stato presentato al festival di Cannes nela sezione Un certain regard. E ancora musica con una storia dedicata al più celebre gruppo parigino che negli anni 30 introdusse il jazz nella musica d’ oltralpe, il mitico Hot club de France.

 

Un gradito ritorno è quello di Fanny Ardant, l’attrice legata a François Truffaut. Lola Pater è un thriller misterioso che vede una Fanny Ardant molto cambiata ed è ambientato tra il sud della Francia e Parigi.

 

Come negli altri anni anche in questa edizione sono preisti una serie di appuntamenti dedicati agli aspetti più innovativi e sperimentali su rappresentazione e visione delle immagini , come il convegno in Palazzo Strozzi Sacrati su Ragazzi bene educati (alle immagini) che analizzerà l’educazione alle immagini in un progetto che assieme alla Regione Toscana prenderà vita nelle scuole.

 

E dunque un’occasione da non perdere per immergersi in quel clima affascinante, fatto di sogni e immagini legate alla vita, al desiderio, alla nostalgia, alla società e alla speranza che si chiama “Cinema”.

 

Per consultare la programmazione, per sapere tutto su France Odeon, orari, prezzi e altro consultare www.franceodeon.com

 

 

visualizzazioni: 583




'France Odeon. IX edizione del Festival del Cinema Francese a Firenze' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Hotel Regency | Firenze, Italy Piazza M. D’Azeglio, 3 - 50121 Firenze- Tel. +39 055 245247 Fax +39 055 2346735 - info@regency-hotel.com